MANOSCRITTI MEDIOEVALI: la miniatura (parte 3)

Osserviamo questa pagina singola. Arriva da un grande manoscritto legale del XIII secolo. Il testo, tuttavia, risale alla metà del XII secolo. Il libro a cui appartiene la pagina era il Decretum del canonista e giurista Graziano, originario dell’Italia.
Questo manoscritto, tuttavia, arriva dalla Francia dell’inizio del XIII secolo. Lo si intuisce osservando la scrittura e la delica
ta e fine decorazione a inchiostro.

decretum-01

decretum-02

Era un periodo critico per lo sviluppo della legge canonica medioevale. Il testo in sé è accuratamente organizzato con segni chiari a marcare l’inizio dei paragrafi e una scrittura davvero minuta, un commentario al testo, che rimanda, attraverso l’uso dei lemmi, ai passaggi corrispondenti all’interno del testo stesso. Era un libro per studiosi e per avvocati.

decretum-03

Se si volta pagina, dal lato del pelo al lato della carne, il lato più liscio, si vede un bellissimo disegno a tutta pagina. È una tavola di consanguineità. E come suggerisce il nome, l’oggetto di questa illustrazione sono i gradi di parentela richiesti per permettere un matrimonio
medioevale.
Questo è un aspetto fondamentale nel contesto della primogenitura e della successione; ed è stato un argomento al quale aristocrazia, papato e avvocati hanno prestato molta attenzione. Il disegno è affascinante di per sé per il soggetto che rappresenta.

Mostra un uomo identificabile con Cristo dal momento che presenta una grande aureola.decretum-04 Sta allargando le braccia, il mantello trattenuto dalle mani, rivelando un grande tavolo di fronte a sé. Al centro e posto direttamente sopra il suo inguine c’è un cerchio che rappresenta la radice di ogni famiglia. A ventaglio su entrambi i lati, ci sono i nomi dei cugini, le sorelle, i fratelli, gli zii, i prozii e così via fino al settimo grado di parentela. E nel medioevo, sette gradi di parentela era ciò che veniva richiesto per permettere un matrimonio tra due parenti.

All’incirca nello stesso periodo in cui è stato fatto questo manoscritto, nel primo XIII secolo, al IV Concilio Lateranense, queste regole così rigide vennero ammorbidite perché semplicemente non erano applicabili. E il fatto che, in questo caso, ci siano sette gradi di parentela e non quattro suggerisce, anche se non prova, che questo manoscritto sia stato fatto prima del Concilio Lateranense dopo il quale le regole erano ben diverse.

decretum-05

Questa datazione è in perfetta sintonia con lo stile della scrittura e della decorazione a filigrana delle iniziali. Ora, ciò che è particolarmente affascinante di questo disegno è il fatto che sia incompleto. Si può vedere chiaramente che la rigatura è stata effettuata a piombo o piombino, simili alle nostre matite moderne. La rigatura per un disegno è diversa da quella che serve per un testo.
In un testo, le linee sono più vicine. La rigatura qui sembra essere servita come una sorta di impalcatura per i disegnatori, che usavano tre strumenti per realizzare questa illustrazione. È stato usato un righello per tracciare le righe, non solo quelle per il testo a piombino ma anche quelle del disegno stesso in inchiostro marrone. Poi è stato usato un compasso per creare i cerchi e un pennello per disegnare i contorni delle figure, così come il disegno interno. Questa illustrazione non era di certo il prodotto finito. Se fosse stato terminato, sarebbe stato dipinto a colori molto vivaci e brillanti, soprattutto rosso e blu e alcuni elementi, forse l’interno e le cornici esterne, sarebbero stati coperti con oro brunito.
Questa illustrazione rimane quindi una notevole testimonianza dei metodi di lavoro dei miniaturisti medioevali. Lo scrivano sarebbe stato il primo, usando la rigatura come guida. Il disegno sarebbe stato aggiunto in seguito, all’interno dei cerchi e infine, sarebbe stato il turno del miniaturista. Per qualche ragione, a noi sconosciuta, questa pagina è rimasta incompiuta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...