MANOSCRITTI MEDIOEVALI: la miniatura (parte 5)

Questa raccolta delle vite dei Santi, scritta a Napoli intorno al 1480, offre uno spettacolare esempio di manoscritto incompiuto. Sfogliando le sue pagine, l’intera sequenza della produzione si apre davanti ai nostri occhi. Le fasi non sono state svolte in maniera inversa dall’inizio alla fine, come ci si potrebbe aspettare, partendo dal presupposto che gli artisti abbiano iniziato dal principio; piuttosto, sono i fogli al centro del volume – a giudicare dai nomi dei santi, elencati in ordine alfabetico – che sono più incompleti. Un esame attento rivela che gli artisti medioevali, anche non lavorando in un gruppo, eseguivano il loro lavoro metodicamente in una serie di passaggi. Interi gruppi di miniature venivano prodotte contemporaneamente, passo dopo passo.
I disegni preparatori precedevano la doratura che precedeva la pittura che, a sua volta, veniva applicata strato dopo strato.

vite-santi

vite-santi-02

vite-santi-03

Annunci